Home / APPROFONDIMENTI  / ANTONIO LANZETTA: UNO SCRITTORE DALLE FERITE IMMORTALI OMAGGIA ILBELLODELCALCIO

ANTONIO LANZETTA: UNO SCRITTORE DALLE FERITE IMMORTALI OMAGGIA ILBELLODELCALCIO

12527587_10153529220440668_885682819_n

Antonio Lanzetta, scrittore ed amico, ha voluto dedicare alla nostra idea e alla nostra passione una sorta di piccolo scorcio di quello che era il bello del calcio e della nostra idea dello sport. Un ricordo indelebile per chi ha vissuto il “rettangolo immaginario” da bambino, una serpentina tra le auto e un gol col rumore della saracinesca. Quello era il bello del calcio e queste le parole che ha voluto dedicarci:

 

“Ginocchia sbucciate, ferite immortali. Sapore di asfalto riscaldato dal sole d’estatee sudore. Battaglie combattute nello spiazzo dietro casa, usando le magliette come pali per le porte. La febbre per il calcio ti contagia da bambino, e’ forza ed emozioni vere, ed e’ li’, in quel rettangolo immaginario, tra auto parcheggiate e passanti, che tutti possiamo essere campioni”

Antonio Lanzetta – scrittore

 

Biografia:

Scrittore, vorace lettore, amante del cinema, dei videogames e delle arti marziali. Laureato all’Università degli Studi di Salerno e con un trascorso da musicista nella band Kernel Zero. Esordisco nel mondo editoriale con il romanzo “Ulthemar – La Forgia della Vita” pubblicato da Editrice GDS nel 2012, oltre che dei racconti brevi “L’Orologio” (La Corte Editore), “L’ordalia di Joachim”(Edizioni Scudo) e “Le Ombre di Keidoran” (Albo n.4 – Scritture Aliene, EDS). Sempre nel 2012 mi sono classificato al primo posto nel concorso letterario nazionale, “Nuove Chimere”, con “Ulthemar – La Forgia della Vita” quale miglior fantasy sperimentale. Il 10 Febbraio 2014 esce nelle librerie Warrior, pubblicato da La Corte Editore.
Il 2016 sarà l’anno di Revolution.

Il pugile: “Come sto andando?”. L’allenatore: “Se l’ammazzi fai pari”. (Beppe Viola)