Home / CALCIO  / IL CO-PRESIDENTE DELL’ANGRI TORTORA: “CI MANCA GIOCARE NEL NOSTRO STADIO. LA SQUADRA HA UN FORTE SENSO DI APPARTENENZA”

IL CO-PRESIDENTE DELL’ANGRI TORTORA: “CI MANCA GIOCARE NEL NOSTRO STADIO. LA SQUADRA HA UN FORTE SENSO DI APPARTENENZA”

festeggiamento promozione dalla prima categoria

“Il gruppo sta rispettando gli obiettivi che la società si era prefissata ad inizio stagione – commenta il co-presidente Gerardo Tortora – per l’Angri si tratta di una stagione molto particolare perché dovremo fare a meno del nostro stadio per l’intero campionato privandoci, in una certa misura, anche dell’apporto degli sportivi angresi che spesso hanno difficoltà ad assistere alle prestazioni di una squadra che davvero sta facendo cose egregie in campo e fuori”.
I grigiorossi hanno affrontato tutte le dirette rivali per i play-off e ora il calendario potrebbe dare una mano alla compagine del tecnico Gargiulo che sarà, però, chiamata a tenere alto il livello di attenzione in un campionato di buon valore tecnico.
“Il mister e il suo staff sanno bene come operare per tenere alta la concentrazione della squadra – aggiunge Tortora – abbiamo dato la massima fiducia all’allenatore e i risultati sono la fotografia di un gruppo plasmato alla perfezione che ogni settimana conferma un forte senso di appartenenza alla maglia grigio rossa”.

C’è qualcosa che accomuna arbitri e radiocronisti. Entrambi usano i loro occhi e la loro esperienza per fare il loro lavoro: decidere e raccontare una partita. Dentro lo stadio; in campo gli uni, in tribuna gli altri. Non sul divano di casa o in uno studio TV con 24 telecamere e decine di replay. Decidono e raccontano in tempo reale, cercando di capire e rischiando di sbagliare. (Riccardo Cucchi)