Home / ANEDDOTI  / Salernitana – Cesena 1-1: le pagelle. Rosina torna “Rosinaldo”

Salernitana – Cesena 1-1: le pagelle. Rosina torna “Rosinaldo”

La Salernitana non riesce a chiudere il discorso salvezza, ma raddrizza una gara che poteva sì essere ammazzata nel primo tempo, ma che poteva anche essere persa alla luce dell’andamento che aveva assunto dopo la rete incassata.
Radunovic: voto 6. Poteva fare qualcosa in più sul gol di Moncini, abbozzando un’uscita. Poi toglie dal sette la punizione velenosa di Schiavone. Nella ripresa esce a vuoto su un corner, ma salva la baracca in un apio di frangenti.
Casasola: voto 5.5. Spesso e volentieri lasciato libero di fare lo stantuffo sulla destra, a volte sbaglia la misura dei cross, mentre in altre circostanze non viene servito adeguatamente. Dalmonte lo mette in ambasce. Gioca una delle peggiori partite da quando gioca a Salerno.
Tuia: voto 5.5. Perde di vista Moncini in occasione della rete realizzata dalla punta ospite e poi commette quasi fallo da rigore, propiziando la punizione pericolosa ad opera d Schiavone. Nella ripresa effettua qualche anticipo importante, ma gioca una gara inferiore rispetto al collega di reparto Monaco.
Monaco: voto 6.5. Il migliore della difesa. Attento in tutte le circostanze, si rende protagonista di un intervento provvidenziale nella ripresa, risultando decisivo sulla falsariga di quanto era accaduto a Empoli.
Vitale: voto 6. Forse lascia troppo spazio a Donkor per crossare nell’azione del vantaggio romagnolo, ma in generale disputa una gara senza infamia e senza lode, risultando diligente sull’out di propria pertinenza.
Minala: voto 4.5. Prosegue la sua involuzione. Completamente assente nel cuore del centrocampo, non garantisce apporto con i contrasti, sbaglia la misura dei passaggi e risulta spesso compassato. (Odjer sv)
Ricci: voto 5. Impreciso negli appoggi, perde palla nei frangenti topici, sia al limite dell’area avversaria che al limite di quella propria.
Kiyine: voto 5.5. Risulta il più in forma della mediana, sfiorando la rete cogliendo il palo ed offrendo buone assistenze ai compagni, ma cala progressivamente a gara in corso.
Rosina: voto 8. Una delle migliori partite da quando gioca a Salerno. Sforna assist, sfiora gol a ripetizione, corre come un forsennato con ripiegamenti profondi difensivi e decisivi, delizia la platea con una punizione magistrale dalla sua mattonella. Oggi è tornato “Rosinaldo”.
Bocalon: voto 4.5. Sbaglia due gol clamorosi nel corso della prima frazione di gioco ed in generale soffre il duello fisico con Scognamiglio. All’ennesima palla persa, Colantuono lo estromette dalla contesa. (Rossi: voto 6. Prezioso quando guadagna la punizione dal limite dalla quale scaturisce il gol di Rosina)
Sprocati: voto 5. Spreca una ghiotta chance dopo pochi minuti, gioca una gara abulica ed evanescente. (Palombi: voto 5. Gioca allo stesso modo del collega di reparto a cui subentra).
Colantuono: voto 6. La squadra gioca bene nel corso della prima frazione di gioco e acciuffa un punto importante per come si era messa la gara.

Salernitana bella e sprecona, con il Cesena è solo 1-1

Ho conseguito la maturità classica presso il Liceo De Sanctis e sono un laureando in ingegneria elettronica. Giornalista pubblicista dal 26 novembre 2015