Home / CALCIO  / SALERNITANA PRIMAVERA SONFITTA CON ONORE. CAPPIELLO RITORNA IN PANCHINA.

SALERNITANA PRIMAVERA SONFITTA CON ONORE. CAPPIELLO RITORNA IN PANCHINA.

salernitana primavera

PERUGIA – La Salernitana primavera non riesce a bloccare la serie negativa di risultati, infatti non vince de nove gare consecutive, anzi per essere più precisi, non fa punti da nove partite. Questa volta, però, non ammaina la bandiera bianca prima di cominciare, come era successo in alcune ultime uscite, anzi, a dire il vero la voglia di dimostrare di essere all’altezza della categoria li porta addirittura ad andare in vantaggio con Faella (18′) che purtroppo non dura molto, infatti, nove minuti più tardi, Salvucci porta di nuovo in equilibrio la contesa.
Il primo tempo finisce qui, con la Salernitana che deve scrollarsi di dosso le paure di sbagliare, cosa che invece accade e da piazzato e in ripartenza subisce due reti che potrebbero chiudere definitivamente la gara.
Questa volta, però, la reazione è evidente, e si concretizza parzialmente, quando su calci di rigore Martiniello, rientrato dal prestito dalla Paganese, sigla il 3 a 2 che resterà tale fino al triplice fischio.
Da segnalare il rientro in lista di Cappiello che non gioca dalla gara di andata contro il Como.

TABELLINO:
PERUGIA 3
SALERNITANA 2

PERUGIA: Santopadre, Polidori, Trequattrini, De Iuliis (9′ st Rondoni), Gualtieri, Bianchi, Salvucci (30′ st Vicaroni), Varfaj, Mirval, Jakovlevs, Di Nolfo. A disp: Torresi, Maestrelli, Viola, Patrignani, Castillo, Pellegrini, Ceccuzzi, Buzzi, Laurenti, Castelletti. All: Recchi
SALERNITANA: Caruso, Di Fraia, Tarallo, Trozzo, Arcaleni, Terrone, Faella, Proto (7’st Moretta), Martiniello, Infante (32′ st Palladino), Altea (17′ st Apicella). A disp: Mangone, Di Pietro, Libertino, Alfano, Castaldi, Cappiello. All: Savini

Arbitro: Silvia Tea Spinelli

Marcatori: 18′ pt Faella (S), 37′ pt Salvucci, 10′ st Di Nolfo, 30′ st Varfaj (P), 34′ st rig. Martiniello (S).
NOTE:
Ammoniti: Jakovlevs, BianchI, De Iuliis, Tarallo, Infante. Angoli: 4-0.

Il pugile: “Come sto andando?”. L’allenatore: “Se l’ammazzi fai pari”. (Beppe Viola)