Home / APPROFONDIMENTI  / UNDICI METRI DI EMOZIONI: ECCO COME E’ FINITA LA SFIDA TRA DUE EX COMPAGNI DI SQUADRA

UNDICI METRI DI EMOZIONI: ECCO COME E’ FINITA LA SFIDA TRA DUE EX COMPAGNI DI SQUADRA

Liverani

Domenica appena trascorsa, stadio Brianteo di Monza, minuto 94. L’arbitro decreta un calcio di rigore per gli ospiti, il Pisa di Gautieri. La partita è ancora inchiodata sul risultato di parità. Dal dischetto si presenta Umberto Eusepi. Di fronte, a difendere la porta brianzola, Luca Liverani. Entrambi i giocatori hanno un passato con la maglia della Salernitana. Sono stati compagni di squadra per qualche mese, durante il ritiro pre-campionato di due anni fa. Poi le loro strade si sono separate. Liverani è passato alla Paganese prima e da quest’anno al Monza. Eusepi, invece, è stato ceduto al Pisa, con una parentesi, lo scorso anno, ad Avellino.

Ma torniamo all’episodio del rigore. E’ l’ultimissima azione, la partita terminerà subito dopo il tiro dell’attaccante. Il Pisa, pur avendo un organico di spessore, con giocatori che hanno militato in categorie superiori come Maikol Negro (altro ex Salernitana) e Masucci (ex Sassuolo ed Entella), non ha ancora realizzato un gol in questo campionato. Dunque Eusepi può regalare alla sua squadra il primo gol stagionale e i tre punti.

L’attaccante neroazzurro calcia a botta sicura e il portiere compie il miracolo, salvando la sua porta. Luca Liverani così racconta alla nostra Redazione la dinamica del rigore:”E’ stato un intervento un pò particolare. Lui ha calciato sulla mia sinistra, mi sono tuffato e ho parato con la mano di richiamo, quindi con la mano destra. La palla è passata davanti alla linea di porta sulla mia destra ed è terminata sul fondo. In settimana, grazie al nostro preparatori dei portieri Paolo Castelli, proviamo a studiare i rigoristi avversari e ad allenarci per farci trovare pronti all’occorrenza. Ho conosciuto Eusepi durante la breve parentesi alla Salernitana e prima della partita ci siamo salutati. Poi dopo la gara non ho avuto modo di vederlo. A fine gara, però, Negro ha scherzato con me sul rigore parato, facendomi anche i complimenti”.

Ed ecco il video dell’azione (immagini Sportube Webtv): dopo la parata si contrappongono due situazioni opposte, emozioni di segno totalmente diverso. Da una parte Liverani sotto un capannello di giocatori del Monza a festeggiare, dall’altra la disperazione (sportiva) di Eusepi, consolato da due compagni di squadra. Anche questo è sport, anzi Il Bello dello Sport.

 Fonte foto: MBnews

Il miglior modo per predire il futuro è crearlo!