Home / ALTRI SPORT  / PALLAVOLO  / VOLLEY DUE PRINCIPATI SCONFITTA AI QUARTI DI COPPA. RITORNO PROIBITIVO A BRINDISI

VOLLEY DUE PRINCIPATI SCONFITTA AI QUARTI DI COPPA. RITORNO PROIBITIVO A BRINDISI

muro gagliardi-delvaglio benevento-dueprincipati

Dura 90’ il quarto d’andata di Coppa Italia della Due Principati. Al Pala Irno, Baronissi perde la partita e Brindisi passa con il miglior punteggio possibile, 0-3.
Ottimo impatto di Brindisi sulla partita: due attacchi al centro, un aces e un muro su Armonia spingono le pugliesi avanti di quattro lunghezze. Poi le pugliesi sprecano il servizio ma Armonia nell’altra metà camkpo fa altrettanto (1-5). Il punto numero tre di Baronissi, firmato D’Arco, è il primo delle sue attaccanti (3-6). Dopo l’invasione a muro delle brindisine, la P2P abbandona con Pericolo la colonna delle battute al rallentatore e si sposta in quella dei servizi al veleno: il capitano, infatti, infila due aces consecutivi, la ricezione delle pugliesi è subito in crisi, arrivano pochi rifornimenti per le brave centrali Iacca e Vinciguerra. Pericolo conserva la propria battuta un altro turno (7-6, pallonetto del Vaglio), poi le due squadre si dividono i punti (diagonale vincente di Soleti, fallo di doppia fischiato alle ospiti) fino al primo time out tecnico che la P2P raggiunge in vantaggio 8-7. Baronissi carbura in tutti i fondamentali – muro pesante di Gagliardi, mani fuori di Armonia – tranne in battuta. Due errori consecutivi, che poi diventano tre quando del Vaglio manda in rete il proprio servizio, consegnano il controsorpasso alla Pallavolo Brindisi (12-14). Al secondo tempo imposto, la Due Principati è incollata ma ancora in svantaggio (15-16). L’aces di D’Arco riporta il set in parità (17-17),ma subito dopo commette il settimo errore di squadra in battuta. Brindisi è più in palla: s’aggiudica il primo set 20-25 con due aces consecutivi.
Baronissi parte sotto ritmo anche nel secondo set. Brindisi è avanti 6-8 al primo tempo imposto. Dopo la pausa, la P2P rimette il naso avanti (11-9) con una fast di Abbruzzo, il mani fuori di Armonia e il primo tempo di Abbruzzo. Meglio assistita, Armonia trova anche il mani fuori del 13-9 ma non è la scìa giusta. Brindisi si riorganizza, la Due Principati non è rabbiosa come al solito nella chiusura del punto e il timone del parziale cambia di nuovo padrone: 14-16 a favore delle ospiti. Sul 17-19 per Brindisi, fa il suo esordio in campo il nuovo acquisto della Due Principati, la schiacciatrice Graziana Caputo. Scivola via mestamente anche il secondo set: Brindisi se l’aggiudica per 19-25.
Il pallonetto di Caputo riporta la P2P in parità nel terzo set ma la parabola di Soleti, piazzata alle spalle del muro irnino, restituisce a Brindisi il vantaggio al primo time out tecnico (7-8). Con coraggio e più frecce al proprio arco – migliora la percentuale di Armonia che infila due punti pesantissimi consecutivi, migliora la ricezione quando Caputo si presenta in seconda linea – la Due Principati trova un faticoso ma meritato vantaggio al secondo time out tecnico, nonostante i consueti regali in battuta (16-12). Il 17-13 è firmato Pericolo ma il controbreak di Brindisi (0-3, 17-16) costringe Veglia a rifugiarsi nel time out. Sul 18-19, l’episodio probabilmente decisivo: del Vaglio serve Caputo in posto 4, la schiacciatrice trova un bel mani fuori, la palla rimbalza d’un soffio fuori ma la coppia arbitrale non è dello stesso avviso: 18-20. Pericolo fa rialzare la testa alla P2P (20-22) e Armonia tiene accesa la fiammella della speranza (21-23) ma non basta. Brindisi chiude con un aces per 21-25. Finisce 0-3. Ora alla P2P servirà un’impresa (vittoria per 3-0 e vittoria del set supplementare) in Puglia il 10 febbraio alle ore 20 per agguantare la final four di Coppa Italia.

Il pugile: “Come sto andando?”. L’allenatore: “Se l’ammazzi fai pari”. (Beppe Viola)