-3433-
Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.ilbellodellosport.it/home/site/wp-content/themes/magazinevibe/framework/lib/edgt.functions.inc on line 327

Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.ilbellodellosport.it/home/site/wp-content/themes/magazinevibe/framework/lib/edgt.functions.inc on line 327
-3433-
Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.ilbellodellosport.it/home/site/wp-content/themes/magazinevibe/framework/lib/edgt.functions.inc on line 327

Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.ilbellodellosport.it/home/site/wp-content/themes/magazinevibe/framework/lib/edgt.functions.inc on line 327
Home / ALTRI SPORT  / Andreasic: “Senza rinforzi, non possiamo competere contro la Jomi Salerno”

Andreasic: “Senza rinforzi, non possiamo competere contro la Jomi Salerno”

Coach Neven Andreasic ha così commentato la sconfitta rimediata dal suo Oderzo contro la Jomi Salerno nel match valevole per l’assegnazione della Supercoppa italiana di handball femminile: “Abbiamo perso meritatamente. Sì, abbiamo colpito qualche legno, ma ritengo che, anche se avessimo realizzato più reti nel corso della prima frazione, avremmo ugualmente dovuto soccombere. Recrimino per qualche errore di troppo sotto porta, ma devo rendere onore a Ferrari, autentica saracinesca. Salerno ha dimostrato il divario esistente fra le due compagini: allo stato attuale, non posso competere contro la Jomi alla luce del minore numero di cambi a mia disposizione. È come se giocassimo a calcio senza centravanti. Ho bisogno di terzini e centrali: senza innesti importanti, dovremo sempre pagare dazio alla squadra di patron Pisapia, che può contare su 10-11 atlete da ruotare a gara in corso e che presto farà leva anche sul rientro in gruppo di Trombetta. Da tre gare caliamo sensibilmente nella ripresa: ritengo si tratti di un problema e non di una casualità. Bisogna lavorare sulla resistenza e sulla corsa”.

Intervista a cura di Alfonso Pierro e Matteo Esposito

Ingegnere elettronico di primo livello. Giornalista pubblicista dal 26 novembre 2015

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com