Home / APPROFONDIMENTI  / CAMPIONATO ALLIEVI, GLI AVVERSARI SI PRESENTANO IN NOVE. ECCO COSA FA LA SQUADRA DI CASA

CAMPIONATO ALLIEVI, GLI AVVERSARI SI PRESENTANO IN NOVE. ECCO COSA FA LA SQUADRA DI CASA

Questa storia arriva dalla provincia di Cagliari, da uno dei tantissimi campi polverosi di periferia che ci sono in giro per l’Italia dove le telecamere non entrano negli spogliatoi nei pre-partita e dove allenatori e dirigenti fanno enormi sacrifici per garantire ai ragazzi la possibilità di praticare uno sport, come quello del calcio, che molto spesso regala tante  emozioni come quelle che vi raccontiamo.

Campionato allievi, torneo provinciale di Cagliari. Il calendario mette di fronte la squadra locale della Pgs Audax Frutti D’Oro e il Gergei. Gli ospiti, in virtù di diverse defezioni dovute a malattie, infortuni o impegni vari dei propri tesserati, si presentano con soli nove elementi al campo. L’occasione sarebbe ghiotta per i padroni di casa che, grazie ad una vittoria, avrebbero potuto fare un balzo in avanti ed uscire dalle sabbie mobili della classifica.

Alla lettura della distinta arbitrale presentata dal Gergei, il mister dell’Audax, Pierluigi Lubrano non ci pensa su due volte:”Ragazzi, vi comunico che anche noi giocheremo in nove!”. La reazione della squadra è stata inizialmente di stupore, poi i ragazzi hanno compreso il gesto del loro allenatore, come ci conferma Marco Peddis, dirigente dell’Audax, contattato telefonicamente dalla nostra Redazione.

La squadra ospite è arrivata da Gergei, un paesino a circa 50 km dal nostro paese, Frutti D’Oro. Gli avversari si sono presentati in nove e allora il nostro Mister ha ben pensato di schierare la nostra squadra con soli nove elementi in campo, pur avendo una rosa molto più ampia. I nostri ragazzi non hanno contestato la decisione del mister ma si sono meravigliati di questa decisione. Noi siamo una squadra parrocchiale e quindi i ragazzi capiscano perfettamente i nostri valori e i nostri intenti. A noi non interessa il risultato perchè la nostra mission è insegnare loro i veri valori della vita. L’arbitro era un pò incredulo, anche perchè era la prima volta che gli capitava, però ha dovuto accettare ai sensi del regolamento. Comunque per noi è stato un gesto naturale e spontaneo perchè ci sembrava corretto mettere a proprio agio gli avversari, considerato che comunque non ci stavamo giocando la Champion League. Pensiamo, in definitiva, che questi piccoli gesti possano essere d’aiuto ai ragazzi per la propria vita”.

Per la cronaca la partita è finita con uno spettacolare 3 a 3, dopo che l’Audax era andata sotto di due reti. Alla fine l’allenatore e il presidente della squadra ospite hanno ringraziato Mister Lubrano per il bellissimo gesto di fair play e tutti i ragazzi sono usciti dal campo tra gli applausi dei presenti.

Ecco l’intervista completa a Mister Pierluigi Hierro Lubrano

“ECCO PERCHE’ HO SCHIERATO LA MIA SQUADRA IN NOVE”. PARLA L’ALLENATORE DEL GESTO DI FAIR PLAY

Di seguito alcune immagini della partita.

Audax-Gergei Audax-Gergei 5 Audax-Gergei 4 Audax-Gergei 3 Audax-Gergei 2 Audax-Gergei 1 Pgs Audax azione 1 Pgs Audax azione

Fonte foto: profilo FB di Marco Peddis, dirigente Audax

Il miglior modo per predire il futuro è crearlo!