Home / ALTRI SPORT  / DI CERBO: “SALERNO UN POLO ATTRATTIVO PER LA GINNASTICA. BASTA PENSARE SOLO AL CALCIO!”

DI CERBO: “SALERNO UN POLO ATTRATTIVO PER LA GINNASTICA. BASTA PENSARE SOLO AL CALCIO!”

“Il calcio è lo sport nazionale per eccellenza perchè ci sono soldi e sponsor che lo rendono tale. Lo dice una persona che nel suo percorso è stato anche un dirigente della Salernitana negli anni pre avvento di Aniello Aliberti. Poi, però, quando si arriva alle Olimpiadi tutti si attendono medaglie dagli altri sport. Noi dobbiamo ringraziare lo Stato che recluta nelle Forze Armate circa il 75% degli atleti italiani, ma se un giorno il Governo chiudesse le porte allora gli sport minori in Italia sarebbero alla frutta”.
Inizia così lo sfogo di Antonello Di Cerbo della Ginnastica Salerno che lancia un importante allarme alle autorità e agli sportivi italiani: “Molti atleti di talento una volta arrivati ad una certa età si vedono costretti a lasciare l’attività perchè non trovano le risorse necessarie per farlo a livello professionistico. Questo è un male per lo sport italiano in generale. Per quanto riguarda la ginnastica devo dire che da quando abbiamo perso atleti del calibro di Chechi e Cassina l’attenzione degli sponsor è calata di non poco”.

“Il fenomeno in uno sport è un grande veicolo di attrazione per gli sponsor – continua Di Cerbo – e se un ragazzo di talento ne incontra uno durante il suo percorso di crescita è possibile che possa portare avanti, con successo, il suo sogno di atleta”.
Come riesce Salerno ad essere ai vertici del panorama italiano?
“Siamo Campioni d’Italia 2018 nel maschile e in A2 nel femminile. Ma questo successo è frutto di un lavoro di marketing nato cinque anni fa circa. Io ho assunto due giovani giornalisti che hanno cominciato un lavoro di comunicazione mirato. Immagini che qualche anno fa noi dovevamo pagare il materiale ad aziende locali, oggi abbiamo uno sponsor tecnico come Adidas che ci fornisce il necessario. Questo passaggio fa capire come è importante diventare un centro di interesse e di attrattiva per chi vuole investire e sostenere lo sport”.
Ma il fiore all’occhiello della società è ben altro: “Abbiamo un centro che viene invidiato in tutta Europa tanta da essere il più importante nel continente. Oggi Salerno è la capitale della Ginnastica europea e siamo avanti, come struttura, anche a Nazioni con tradizione come la Russia e la Germania”.
Quando al Sud si hanno possibilità, strutture e capacità si riesce ad emergere dall’anonimato.
Del resto non di solo calcio vive l’uomo…

“A volte un vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato” 
(Nelson Mandela).