Home / APPROFONDIMENTI  / Jérémy Walin: “ecco perchè ho creato un club di calcio per persone disabili”

Jérémy Walin: “ecco perchè ho creato un club di calcio per persone disabili”

“Sono un allenatore francese e ho creato un club per persone disabili. Il club è per chi ha disabilità mentale e non fisica” precisa Jérémy Walin ideatore ed allenatore, da sei anni, di questa formazione francese che è stata chiamata “Football Diversifié ES GANDRANGE”
“Da 6 anni alleno con soddisfazione questi ragazzi coi quali abbiamo vinto molti titoli e partecipato a molte competizioni in Francia, in Lussemburgo e in Svezia”, continua Jérémy Walin, poi “siamo stati avvicinati da Special Olympic francesi (un’associazione francese che lavora con persone disabili in tutto il mondo) per costruire una squadra per l'”Unified World Cup” manifestazione che si è svolta a Chicago. È stata una grande esperienza. Abbiamo giocato difendendo i colori del nostro Paese: la Francia”.

“Abbiamo avuto la possibilità di giocare la finale contro la Jamaica e abbiamo vinto per una rete a zero. Siamo Campioni del Mondo”.

Come deve essere composta una formazione del Calcio Unificato?

“La squadra è composta di un mix persone disabili e persone “normali. 11 giocatori in totale ma in campo devono scenderne 6 con disabilità e 5 senza”.

Perché hai scelto di allenare questa squadra?

“Non è una scelta. Sono un insegnante di alunni con disabilità e costruire un club è stato normale per me perché questi ragazzi sono grandi fans del calcio.

In pratica, per lei allenare questi ragazzi è come vincere due volte: sul campo e nella vita, sei d’accordo?

“Esattamente! Il calcio è uno strumento per imparare cose che servono ai ragazzi per vivere la loro vita”

La sua squadra riceve sovvenzioni statali?

“No, dallo Stato nulla, solo dai privati. Ci finanziamo vendendo foto, calendari, tutto per trovare soldi. Per fortuna abbiamo delle donazioni private che ci sostengono”.

ENGLISH VERSION

I’m a French coach and I’ve created a club for people with disabilities, the club is for people with mental disabilities and not physically” states Jérémy Walin creator and coach, for six years, of this French called “Football Diversifié ES GANDRANGE”
“For 6 years I have been delighting these guys with whom we have won many titles and participated in many competitions in France, Luxembourg and Sweden”, continues Jérémy Walin, then “we have been approached by French Special Olympic (a French association that works with disabled people all over the world) to build a team for the “Unified World Cup” event that took place in Chicago It was a great experience, we played defending the colors of our country: France “.

“We had the chance to play the final against Jamaica and we won for a zero goal, we are World Champions”.

How should a Unified Soccer formation be composed?

“The team consists of a mix of disabled people and” normal “people. 11 players in total but in the field must drop 6 with disabilities and 5 without “.

Why did you choose to coach this team?

“It’s not a choice, I’m a teacher with disabilities and building a club was normal for me because these guys are great football fans.

In practice, for you to train these guys is like winning twice: on the field and in life, do you agree?

“Exactly! Soccer is a tool to learn things that kids need to live their lives”

Does your team receive state subsidies?

“No, from the State nothing, only from the private ones, we finance ourselves by selling photos, calendars, everything to find money, fortunately we have private donations that support us”.

“A volte un vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato” 
(Nelson Mandela).