Home / ANEDDOTI  / Luigi Fresco: “Sono Presidente ed allenatore e da 36 anni guido la Virtus Verona sognando la Serie B”

Luigi Fresco: “Sono Presidente ed allenatore e da 36 anni guido la Virtus Verona sognando la Serie B”

“Abbiamo scalato nove campionati in questi anni, siamo partiti dal basso della terza categoria e ora ci troviamo tra i professionisti, difendiamo con onore il nostro lavoro e lo valorizziamo anno dopo anno. Era il 1982 e dopo due anni nei quali gestivo il settore giovanile diventai presidente nonostante allenassi la squadra; da quel momento è partito un progetto importante e dopo 36 anni sono ancora io a sedere sulla stessa panchina”. Sono queste le parole di Luigi Fresco, presidente-allenatore della società veneta della Virtus Vecomp Verona del quartiere di Borgo Venezia e formazione neo promossa in Serie C. Un doppio record alla base della sua gestione, perchè un allenatore – presidente non crediamo abbia mai avuto tanta fortuna in Italia. 

“Ciò che conta – continua il presidente e allenatore Fresco – è cercare sempre, anno dopo anno, di fare meglio mantenendo la nostra filosofia e valorizzando il settore giovanile. Il mio idolo è Ferguson perché come me ha sempre avuto a cuore una sola società”.

E’ sempre alla ricerca di persone con requisiti importanti, infatti, continua: “Mi avvalgo e mi circondo sempre di professionisti seri e preparati ; tra cui il direttore sportivo Zuppini il quale lavora in sinergia con il sottoscritto per mettere in squadra giocatori sempre più importanti, giovani e in cerca di riscatto”.

Qual’ è il segreto dei vostri successi?

“Senza ombra di dubbio la passione e il lavoro; oltre a lavorare con ottima sinergia con i direttori vantiamo un progetto mirato alla valorizzazione dei giovani e volto sempre a migliorare passo dopo passo. Voglio ricordare che noi quest’anno abbiamo speso meno di squadre che poi sono retrocesse, la nostra priorità è l’aspetto umano e poi quello sportivo. Ci piace offrire opportunità di rilancio a calciatori poco fortunati in passato ma di grandi qualità”.

Ora qual è il vostro sogno, dove sperate di arrivare?

“Il nostro obiettivo è innanzitutto salvarci visto che sarà il nostro primo anno di Serie C. Poi nulla è precluso e sognare non costa nulla. Proveremo nei prossimi anni a toglierci grandi soddisfazioni magari centrando i playoff e puntando alla serie B“.

FOTO: PROFILO FACEBOOK VIRTUS VERONA

"Diventerò il rimpianto di chi mi ha fatto credere di non essere abbastanza"