Home / APPROFONDIMENTI  / Marcello Nicchi: “niente arbitri nei campionati dilettantistici laziali”

Marcello Nicchi: “niente arbitri nei campionati dilettantistici laziali”

Durante una gara di promozione laziale che si è disputata la scorsa domenica, un calciatore militante in una delle due squadre ha aggredito l’arbitro. Essendoci stati nella stessa regione durante i campionati in corso già ben otto casi analoghi il presidente dell’AIA Marcello Nicchi, il quale da sempre durante il suo mandato sta combattendo contro questa tendenza, ha deliberato che la prossima settimana non ci saranno arbitri designati nella regione Lazio in tutti i campionati dilettantistici: “Questa settimana l’Aia non invierà direttori di gara ai campi di gioco per tutte le partite in programma nei campionati dilettanti del Lazio. Si valuteranno nuove e analoghe iniziative al verificarsi di ogni ulteriore episodio di violenza grave”. Inoltre precisa: “Nella circostanza il giovane associato è stato aggredito selvaggiamente e costretto a ricorrere a cure mediche urgenti di pronto soccorso ospedaliero, dove è tuttora ricoverato”.

"Diventerò il rimpianto di chi mi ha fatto credere di non essere abbastanza"