Home / CALCIO  / PAGELLE: SUPER BAGADUR, BENE BERNARDINI E MORO. DONNARUMMA SPRECA, OTTAVO GOL PER CODA

PAGELLE: SUPER BAGADUR, BENE BERNARDINI E MORO. DONNARUMMA SPRECA, OTTAVO GOL PER CODA

Proponiamo come di consueto le pagelle della Salernitana: il pareggio con il Crotone ha consegnato agli archivi una squadra finalmente più battagliera e propositiva, guidata da un ottimo Bagadur in difesa, dal rinato Moro a centrocampo e da un Coda che, pur alternando buone giocate ad errori banali, si avvicina alla doppia cifra siglando la sua ottava rete stagionale. Ecco i voti della nostra redazione:

Terracciano 5,5: all’andata fu graziato, stavolta finisce sotto la doccia per un intervento irruento fuori area. Decisione giusta a termini di regolamento. Poco può sul gol subito, per il resto il Crotone non lo impensierisce praticamente mai

Ceccarelli 6: mal posizionato in occasione del gol del Crotone, nella ripresa un paio di sbavature favoriscono le ripartenze degli ospiti fortunatamente senza gravi conseguenze. Spinge con continuità, merita la sufficienza

Bagadur 7: personalità da veterano, tante ottime chiusure ed una buona tecnica individuale, miglior risposta possibile ad un allenatore che lo aveva incomprensibilmente bocciato a Terni preferendogli un centrocampista.

Bernardini 6,5: suo l’errore che permette al Crotone di ripartire e che causa l’espulsione di Terracciano, unico neo di una partita monumentale. Annulla Budimir, Ricci e Palladino

Franco 7: la fascia da capitano lo gasa e per tutto il primo tempo sembra di ammirare nuovamente il calciatore fantastico che ha spadroneggiato in Lega Pro. Un tunnel a Martella esalta l’Arechi, anche i cross sono più precisi

Moro 7: neanche i crampi lo fermano, finalmente torna a fare la differenza in una posizione più congeniale alle sue caratteristiche. In fase di interdizione è perfetto, recupera un’infinità di palloni e salta l’uomo con disarmante semplicità

Odjer 7: è l’uomo ovunque della Salernitana, un motorino imprendibile ed inesauribile che lascia a bocca aperta i sopravvalutati ragazzi di Juric. Nel finale perde lucidità, ma è un elemento troppo importante per Menichini.

Oikonomidis 6: impegno e dedizione sono indiscutibili, ma nel primo tempo si intestardisce in giocate personali puntualmente disinnescate dagli avversari. Nella ripresa cresce di tono e partecipa all’assedio della Salernitana

Gatto 6: parte benissimo, 20 minuti da incubo per il Crotone e da applausi per l’ex Vicenza. Cala progressivamente, ma è sempre pericoloso quando batte i calci piazzati

Coda 6,5: gli viene ingiustamente annullato un gol, ne segna un altro da posizione dubbia che vale un punto prezioso. Manda a rete Donnarumma al 10′, ingiusta la sostituzione

Donnarumma 6: la prova sarebbe da 6,5, ma pesa tanto l’errore sotto porta che poteva cambiare la storia della partita. Encomiabile quando punta tre avversari e li salta come birilli.

Bus 6: fa a sportellate, gioca di sponda, ma niente di eccezionale

Empereur 6,5: fa la sua parte arginando le offensive di un Crotone che, dalle sue parti, stava facendo bene. Impeccabile

Trevisan sv

Menichini 6: quanto visto oggi aumenta le sue colpe per la trasferta di Terni