Home / ALTRI SPORT  / PALLAMANO  / Salerno vola, Brixen e Oderzo in scia.

Salerno vola, Brixen e Oderzo in scia.

La Serie A di pallamano femminile non trova continuità per colpa del Covid.
Si ferma alla prima di ritorno Mestrino che deve rinunciare, a pochi giorni dalla gara, alla trasferta contro Cassano.

Al giro di boa,

però, il campionato sembra aver scelto le squadre che si potranno contendere il titolo.
Alle solite tre: Salerno, Brixen e Oderzo, si potrebbe aggiungere la quarta incomoda Erice.
La neo promossa sembra aver già trovato gli equilibri che le erano mancati nella prima parte della stagione.
La vittoria in trasferta, contro Ferrara (34 a 27 il risultato), evidenzia questo lavoro e una migliore compattezza e continuità. Mentalmente ritrovata, l’argentina Terenziani (7 reti a referto) è diventata un’arma da tenere sotto osservazione delle difese al pari della collega di ruolo Perazic (10 reti).

Il trio di testa però non molla.

La Jomi, che all’andata aveva sofferto contro Pontinia, passeggia, praticamente, nella gara di ritorno. 33 a 24 il punteggio finale con risultato mai in discussione.
La squadra allenata da Avram, che aveva già dato buone indicazioni nel recupero contro Erice, funziona ed offre un gioco sinergico e che permette di annichilire gli avversari di turno.
C’è curiosità di vederla all’opera, mercoledì, contro Brixen in un match che far capire se la sconfitta subita contro Oderzo è stato solo un incidente di percorso.
Brixen, intanto, passa a Nuoro (32 a 28 il punteggio) con la Hilber che mette a segno 8 reti seguita dalla coppia Abfalterer e Ghilardi con 7 realizzazioni.
Vince anche Oderzo contro Leno 26 a 22 con la Di Pietro in grande spolvero e, grazie ai suoi sotto mano riesce a scrivere a referto ben 9 reti.
In coda, Malo vince contro Cingoli 27 a 22, e crea distacco dalla zona calda della classifica.

La classifica:

Jomi Salerno 22 pti (12 partite),
Brixen Sudtirol 19 (10),
Mechanic System Oderzo 18 (10),
AC Life Style Erice 16 (12),
Cassa Rurale Pontinia 15 (12),
Alì-Best Espresso Mestrino 14 (11),
Ariosto Ferrara 12 (12),
Guerriere Malo 10 (11),
Cassano Magnago 8 (10),
Leno 7 (13),
Nuoro 4 (13), Santarelli Cingoli 4 (13),
Cellini Padova 1 (11)

Foto: Gandolfi – Ariosto Ferrara

alfonso.pierro@libero.it

“A volte un vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato” 
(Nelson Mandela).