Home / CALCIO  / Sfuma anche Montalto, slitta l’incontro con Jallow. Si pensa ad un ex Pistoiese per l’attacco, no a Sansone

Sfuma anche Montalto, slitta l’incontro con Jallow. Si pensa ad un ex Pistoiese per l’attacco, no a Sansone

AGGIORNAMENTO ORE 19:30: sfuma un ennesimo obiettivo per la Salernitana. Adriano Montalto è virtualmente un nuovo giocatore della Cremonese che, appena avuta la conferma del mancato ripescaggio della Ternana, ha messo sul tavolo immediatamente la cifra richiesta dal direttore generale Pagni. Conferma del fatto che quando si vuole davvero un calciatore non si fa passare oltre un mese per ratificare un’offerta almeno concreta. Anche Djuric dovrebbe essere definitivamente saltato, troppa la distanza tra domanda ed offerta. Il direttore sportivo Angelo Fabiani ha confermato l’esistenza di una trattativa per Franco Ferrari, attaccante italo-argentino che l’anno scorso ha segnato 13 gol in 37 partite con la Pistoiese. E’ di proprietà del Genoa, ma l’affare è tutt’altro che concluso. Non vestirà il granata nemmeno Sansone: sia il Novara, sia la Salernitana hanno interrotto i contatti da una decina di giorni, sebbene Colantuono avrebbe riabbracciato volentieri un giocatore perfetto per il suo sistema di gioco e che, per Salerno, aveva anche abbassato le pretese economiche. Per Jallow tutto rimandato alla prossima settimana, altro che incontro in serata….

AGGIORNAMENTO ORE 14:15. La Salernitana è a caccia di un regista che possa dettare i tempi della manovra e alzare il tasso tecnico della rosa. In attesa di capire se potrà andare in porto lo scambio con l’Avellino tra Di Tacchio e Signorelli di cui vi parlammo 20 giorni fa, sono davvero tanti i calciatori che si stanno proponendo con la speranza di strappare un sì da parte di Fabiani. Tra questi c’è anche Antonio Vacca, giocatore di indiscutibili doti tecniche che però non ha mai spiccato il volo alternando buoni campionati- soprattutto in C- a stagioni insufficienti. L’agente, Parlato, ai microfoni di TMW si è espresso così: “Salerno è una piazza ambitissima, chi non vorrebbe giocarvi? Se non erro ai granata serve uno davanti alla difesa. Il mio assistito ama le sfide. Riesce a dare il meglio di sè quando gioca in grandi stadi come l’Arechi. Non vi nascondo che ne abbiamo parlato e lui sarebbe felicissimo di vestire la maglia granata. Però, ripeto, non appartiene al mio stile rendere pubblico i vari contatti avuti con direttori, dirigenti e addetti ai lavori”. Stando a quanto raccolto dalla nostra redazione, però, la Salernitana ha altri obiettivi e non ha intenzione di approfondire il discorso, almeno per ora.

Come abbiamo sottolineato in questi giorni, la trattativa per portare a Salerno il forte centravanti Djuric era tutt’altro che vicina alla conclusione. Sebbene qualcuno parlasse già di una firma imminente e addirittura di una convocazione per le visite mediche prima della partenza per il ritiro di Rivisindoli, in realtà le parti sono ancora lontanissime e difficilmente si troverà un accordo entro la fine di questa settimana. In pratica ancora una volta la Salernitana partirà senza il centravanti che dovrà condurre la squadra alla vittoria caricandosi sulle spalle il peso di un reparto che l’anno scorso ha offerto un rendimento mediocre soprattutto per la scelta della proprietà di passare da due certezze come Coda e Donnarumma ad autentiche scommesse e a presunti talenti scuola Lazio che hanno puntualmente disatteso le aspettative. Quest’anno non si può sbagliare, ma i migliori costano e sarà necessario, quasi obbligatorio, allargare i cordoni della borsa. Che la frenata su Djuric sia strategica? Possibile, anche perché il giocatore sta facendo di tutto per tornare in Italia ed ha già avuto un confronto telefonico con Colantuono. Il problema è sempre di natura economica: il Bristol ora vuole più di 500000 euro, ma Fabiani ha detto no ricordando che tra pochi mesi il centravanti sarà svincolato e potrebbe firmare a costo zero. Il braccio di ferro proseguirà ancora, la Salernitana è disposta a pagare la metà di quanto chiesto o l’intera cifra ma in due rate. Di traverso si è messo anche il mister, pronto a chiedere alla società inglese di rinnovargli il contratto per chiudere definitivamente ogni discorso. Djuric tuttavia si è impuntato e la sua volontà sarà determinante. Nel frattempo la dirigenza si guarda intorno: Giannetti piace, ma costa 400000 euro e Lotito ha detto no, Montalto potrebbe tornare di moda soprattutto dopo la conferma del mancato ripescaggio della Ternana, nessuna possibilità ad ora di arrivare a La Mantia. Quanto a Jallow continua ad essere un mistero: il procuratore pochi minuti fa ha ribadito che non ci sono novità, la Salernitana al contrario è convinta di poterlo annunciare addirittura in serata. Anche in questo caso gioco delle parti, ma la sensazione è che l’affare abbia ottime possibilità di andare in porto. Colantuono però non si accontenta e vuole altri due elementi di qualità in avanti: quasi certamente Orlando ci sarà, con Sansone invece non ci sono contatti da diversi giorni. Che si attenda l’evoluzione del caso Bari? Per gli altri reparti nessuna novità sostanziale: Radunovic si sta allenando con l’Atalanta, Monaco farebbe di tutto per tornare, Gagliolo costa, Troest ha chiesto un pluriennale. Pucino dovrebbe restare, ma ha il contratto in scadenza lascia aperta ogni ipotesi: nessuno dalla società ha ancora proposto il rinnovo, la speranza è di non commettere lo stesso errore del passato e di non perdere a zero i migliori. Seguiranno aggiornamenti

Gaetano Ferraiuolo

sgsalerno1919@hotmail.it