Home / APPROFONDIMENTI  / QUANDO IL TIFO NON E’ VIOLENZA. ECCO IL RACCONTO DA NOVARA DEL GESTO DEGLI ULTRA’ BIANCOVERDI

QUANDO IL TIFO NON E’ VIOLENZA. ECCO IL RACCONTO DA NOVARA DEL GESTO DEGLI ULTRA’ BIANCOVERDI

Annalisa Felisi ha pubblicato sul sito internet Novara Today una notizia da “ilbellodellosport”, infatti sabato pomeriggio al Piola i tifosi arrivati da Avellino, a supporto della propria squadra, escono dallo stadio scoraggiati, quando notano che nel campetto vicino si sta disputando un altro match: quello degli esordienti della San Giacomo.

É allora che scatta la magia: gli irpini decidono di avvicinarsi e seguire la partita. Incuranti del fatto che l’Avellino avesse appena perso, i tifosi decidono di saltare e cantare a squarciagola per quei bambini che, sicuramente, non scorderanno mai i 10 minuti più emozionanti della loro giovane carriera calcistica.

Addirittura i piccoli campioni vengono chiamati “sotto la curva” per salutare quei tifosi che hanno dimostrato che il calcio non è solo agonismo, ma anche cuore.

“Siamo stati partecipi di un evento storico – commenta emozionato l’allenatore della San Giacomo Roberto Pizzighello – All’inizio abbiamo visto avvicinarsi questi tifosi e, solo per un attimo, siamo stati un po’ timorosi. Ma poi abbiamo capito: volevano solo fare il tifo per noi. Sono iniziati i cori e i ragazzi in campo (entrambe le formazioni erano della polisportiva San Giacomo) si sono sentiti in serie A. Grazie a questo clima meraviglioso hanno anche giocato benissimo: un bambino ha fatto uno splendido gol e gli irpini lo hanno chiamato sotto la curva. Allora abbiamo interrotto la partita per fare le foto e parlare con loro. Ora tutta l’Irpinia conosce Novara. Come società abbiamo sempre avuto un occhio di riguardo anche per il sociale: proprio per questo regaleremo una maglia ad un piccolo tifoso dell’Avellino, Matteo, che dovrà subire un intervento”.

“Quando qualcuno ci chiede come è successo – conclude Pizzighello – mi piace rispondere con le parole del presidente della San Giacomo: non è successo nulla, stiamo solo cercando di ripulire il calcio”.

La notizia, le foto e il video girato da uno dei papà presenti ha subito fatto il giro d’Italia, ma non solo: addirittura un giornale spagnolo ha riportato il bellissimo episodio.

fonte Novara Today

“A volte un vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato” 
(Nelson Mandela).