Home / CALCIO  / LA PRIMAVERA PAREGGIA CON IL CESENA. BUONA LA PRESTAZIONE DI CAPPIELLO AL RIENTRO DAL 1′

LA PRIMAVERA PAREGGIA CON IL CESENA. BUONA LA PRESTAZIONE DI CAPPIELLO AL RIENTRO DAL 1′

BARONISSI – Una Salernitana rinvigorita da un punto di vista psicologico, gioca discretamente, ma non elimina, ancora, molti dei difetti del passato. Ancora troppo slegata, mancano le distanze giuste, spesso sono costretti a giocare la palla lunga e, peggio, sbagliano troppi passaggi. Ma la formazione di Savini, lotta col cuore, soprattutto nella prima frazione, mentre si scioglie, nella seconda, rischiando di capitolare in almeno tre occasioni.
Il primo tempo, la squadra granata disputa una buona gara, non ci sono molte occasioni da gol, ma il Cesena arriva ad impensierire Patella solo al 44′ quando si distende alla sua destra a deviare, in angolo, una bella conclusione di Pregnolato. Per il resto è solo Salernitana, forse poco incisiva, ma che ci prova. Già al 5′ Cappiello prova un diagonale, che si spegne a lato; al 24′ Altea esce palla a piede tra le gambe di due difensori, ma il tiro è debole. Tra le due conclusioni da segnalare l’azione più bella dei granata, con Cappiello che non arriva coi tempi giusti e non riesce a concludere.
Nella ripresa la squadra granata si scioglie, subisce ed arranca. Le problematiche elencate si acuiscono e vengono sopraffatti, a livello di possesso palla, dalla formazione del Cesena che al 13′ sfiora di passare con un colpo di testa ravvicinato di Akammadu, ma Patella para. Poi al 18′, ancora Patella chiamato al miracolo quando chiude lo specchio ad una conclusine ravvicinata.
Al 29′ calcio piazzato per i granata, Infante ci prova, ma il portiere Carolli è attento e respinge.
Dall’altra parte è ancora Patella a leggere il pericolo ed esce in presa bassa, la palla rimbalza verso la porta dove Trozzo allontana, permettendo al portiere granata di prendere la sfera, subendo anche fallo.
L’ultima occasione della gara arriva al 42′ quando Amabile ci prova dalla distanza, il tiro è forte, ma fuori misura.
Un pari che non basta ad abbandonare l’ultima piazza in classifica visto che il Perugia è andata a vincere per due reti ad uno a Verona contro il Chievo.

TABELLINO

SALERNITANA 0
CESENA O

SALERNITANA: Patella, Di Fraia, Cuomo, Trozzo, Amabile, Terrone, Faella (38′ st. Arcaleni), Proto, Cappiello (24′ Apicella), Infante, Altea (1’st. Martiniello). A disp.: Caruso, Libertino, Di Pietro, Tarallo, Pesce, Moretta, Ascione, Apicella, Palladino, Castaldi. All. Savini.

CESENA: Carroli, Dondini (28′ st. Soumahin), Cavallari, Mandelli, Gabrielli, Ferrari, Akammadu (40′ st. Rufini), Pregnolato, Raffini, Maleh, Ciarmela. A disp: Fantini, Mazzavillani, Martedì, Soumahin, Rufini. All: Angelini.

Arbitro: Giovanni Luciano

NOTE. Ammoniti: Ferrari, Maleh, Gabrielli e Proto; corner: 5-8; recupero: 1′ pt., 4′ st.

IMG_0372

“A volte un vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato” 
(Nelson Mandela).