Home / CALCIO  / Salernitana Primavera: una Spal(lata) alla capolista

Salernitana Primavera: una Spal(lata) alla capolista

Un sabato che non ti aspetti. Allo Stadio “Volpe” di Salerno scendono in campo le due formazioni primavera della Spal, capolista con 23 punti, e della Salernitana, ultima in classifica con un solo 1 conquistato.
Se fossimo degli scommettitori non avremmo mai preso in considerazione l’eventuale quota (bassa) del 2 ed avremmo scartato dalle nostre giocate la partita ed invece…
La Spal scende in campo con la consapevolezza che prima o poi sarebbe riuscita a passare in vantaggio. Gioca e gestisce la palla. Affonda, senza far troppo male e incanta il pubblico con le giocate di Cuellar che ha una padronanza del palleggio fuori dal comune.
Prime avvisaglie per mister Cottafava quando parte un contropiede dei granata. Superiorità numerica sfruttata alla meno peggio: tiro in diagonale di Raiola impegna in presa bassa Seri.
La Spal continua a macinare gioco ma al primo corner contro arriva il gol della Salernitana. La palla invitante arriva sulla testa di Granata che ringrazia e festeggia il vantaggio.
Vabbè, sarà fuoco di paglia.
Invece, secondo corner per la Salernitana e raddoppio. Questa volta tocca a Iurato, bella scelta di tempo, a correre verso i tifosi (pochi rispetto al passato) accorsi a seguire le sorti (avverse) della Salernitana.
Il pubblico di fede ferrarese è incredulo. Come può accadere una cosa del genere? Il calcio però è uno sport che spesso regala emozioni e sorprese, basta saperne assaporare il gusto.
Nella ripresa arriva anche il terzo gol.
Siamo al 36’ quando Rossi dal limite dell’area fa partire un tiro a giro che non lascia scampo al portiere avversario.

RISULTATI 10^ GIORNATA – Salernitana-Spal 3-0, Brescia-Cittadella 1-0, Padova-Cremonese 3-0, Parma-Carpi 2-1, Spezia-Bologna 0-2, Venezia-Hellas Verona 0-0.

CLASSIFICA: Bologna 25, Spal 23, Venezia 19, Cremonese 15, Spezia 14, Hellas Verona 14, Parma 12, Padova 12, Brescia 11, Cittadella 8, Carpi 7, Salernitana 4.

“A volte un vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato” 
(Nelson Mandela).